Home / Notizie Calcio Generiche / Eric Cantona,50 anni da Re
eric-cantona-46-anni-il-24-maggio-2012

Eric Cantona,50 anni da Re

I’m not a men,I’m Eric Cantona: questa frase è tratta da un film in cui Cantona ha recitato nel  controverso ruolo di se stesso; la frase di un film,per quanto tratta da un copione cartaceo,rende perfettamente l’idea del personaggio piu estroso del recente panorama calcistico. Cantona,che ieri ha compiuto 50 anni,è l’emblema di come il carattere e le passioni possano prevalere sul talento,di come,la famosa accoppiata “genio e sregolatezza” possa essere traslata al mondo del pallone anche se forse l’abbiamo sentita troppe volte associata a personaggi che non hanno nulla di Cantona,basti pensare a recenti flop italiani forse decantati troppo presto.

Cantona,classe 1966,si fa notare nell‘Olympic Marsiglia anche se il suo carattere,espresso da gesti ababstanza eclatanti,gli consente sia di essere ceduto che di essere poi ripreso dalla squadra per il suo indubbio talento;dai primi passi giovanili alla maturità calcistica nello United il passo è alquanto breve,la squadra inglese vede un successo ed una rivalsa strepitosa nei primi anni novanta proprio grazie all’attacante francese che verrà soprannominato “THE KING” e che,proprio come un monarca continuerà ad essere omaggiato dai tifosi Britannici per gli anni a venire. Allora,cosa accade ad un re che risolleva una squadra che tuttora è leggenda? Ricordiamo che durante la sua migliore stagione,che gli valse il titolo di giocatore dell’anno della PFA,Eric ebbe ben 4 espulsioni che nulla sono paragonate all’evento per il quale forse,viene ricordato da molti giovani,ignari della maestria dello stesso. Siamo sempre in Inghilterra,in una partita contro il Crystal Palace,Cantona viene espulso per aver dato un calcio ad un avversario e,mentre torna negli spogliatoi,aggredisce duramente un tifoso avversario reo di averlo pesantemente provocato.
Qui forse tutti notano come,il talento,la perfezione e la passione del re che ha fatto sognare Manchester ,vengono quasi eclissati dalla poca razionalità. Cantona è però carismatico,migliaia di fans sono pronti a dimenticare ed a difenderlo e tra questi troviamo anche Alex Ferguson,che lo convincerà a non ritirarsi, e Platini,sotto la quale guida Cantona sarà ,nel 1996,capitano della Nazionale Francese con la quale però ci saranno diatribe cosi forti da far allontanre il calciatore dalla sua stessa nazione.

Fare una cronologia della vita di Eric Cantona è inutile e poco interessante. Nel giorno dei suoi 50 anni,troviamo un Cantona attore (ed anche qui mostra un buon talento),pittore ,dirigente di beach soccer ed ex dirigente sportivo,ruolo sul quale però,troviamo ancora ” colpi di testa” che gli sono costati il posto.
Quello che sorprende e ci fa amare Cantona è questo suo vivere negli eccessi,senza mai fermarsi e disintegrarsi nella figura di un ex calciatore ma restando un personaggio che vuole giocare in pardiso con Best,e che ,al momento,potremmo veder passeggiare a Cannes.
Oggi,nel 2016,ci aspettiamo ancora molto da Sua Mestà Cantona e,come in un suo celebre spot,gli diciamo Au Revoir,al prossimo te,Eric!

Informazioni su Annachiara Biagiotti

Annachiara Biagiotti,26 anni,appassionata di sport,di storia dello sport e di ogni sfaccettatura umana e tecnica. Freelance con la passione per le parole.

Leggi Anche

Low Germania

Germania: non sarà facile mettere in difficoltà l’Italia

Siamo l’incubo dei tedeschi. Se poche sono le certezze nel mondo del calcio, questa sicuramente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *