Home / Senza categoria / I quarti degli Europei fra sorprese e conferme

I quarti degli Europei fra sorprese e conferme

Low Germania

Gli Europei si avviano verso la fine.
Il tabellone delle semifinali recita Portogallo vs Galles e Francia vs Germania due partite per nulla scontate e banali.
Il Galles ci arriva avendo sconfitto un Belgio mai domo per 3-1.
Il Portogallo invece ha battuto la Polonia ai rigori 5-3.
La Francia ha avuto ragione della sorpresa Islanda battendola per 5-2, mentre la Germania ha battuto gli Azzurri dopo una partita lunghissima terminata ai calci di rigore 6-5 al termine di un match lunghissimo ed equilibratissimo.
L’Italia da subito ha dimostrato di avere più difficoltà rispetto alla precedente gara con la Spagna per il ritmo imposto dalla Germania, da non dimenticare che gli Azzurri avevano due importanti defezioni a centrocampo quelle di De Rossi e Candreva.
La squadra di Conte durante i 90 minuti dimostra di non riuscire ad imporre il proprio gioco gioco pur non subendo vere occasioni da rete , anzi è Giaccherini ad andare vicino alla marcatura alla fine del primo tempo.
Nel secondo tempo c’è la svolta con la rete di Ozil che su un rimpallo porta in vantaggio i suoi.
A dodici minuti dal termine Bonucci riaccende le speranze azzurre , grazie al rigore trasformato per un intervento di mano in area di Boateng.
La partita terminerà sull’ 1-1 e complice la stanchezza durante i supplementari succederà ben poco.

Arrivati ai rigori l’Italia paga soprattutto l’inesperienza in certi momenti come testimoniano gli errori di Zaza e Pelle.
Gli errori dal dischetto sono di Bonucci , Darmian, Pelle e Zaza , per la Germania sbagliano Muller , Schweinsteiger e Ozil
La Nazionale perde dai tiri dal dischetto e finisce la tradizione coi tedeschi che ci vedeva sempre vincitori nei vari confronti

L’ Italia esce a testa alta ci rifaremo si spera nel 2018 in Russia.

Informazioni su Alessandro Galimberti

Leggi Anche

Il Portogallo entra nella storia.

Il Portogallo vince gli Europei passando in vantaggio al 109’ minuto grazie ad un gol …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *